.
Annunci online

Zona franca di commento sociale, politico e culturale
Indésiderable. L’anno nuovo che vorrei.
post pubblicato in Diario, il 25 dicembre 2009


1. Vorrei che si imparasse finalmente ad ascoltare piuttosto che annuire distrattamente, ad accettare piuttosto che imporre, a comprendere gli altri piuttosto che giudicare impietosamente. 2. Vorrei che si abbia piacere al dialogo, al confronto, alla curiosità e alla passione per ciò che è nuovo piuttosto che rinchiudersi nelle proprie convinzioni. 3. Vorrei che discutere, dibattere e confrontarsi non significasse per i più una minaccia alla propria autostima.
continua

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 2010 anno nuovo desiderata

permalink | inviato da Faffo il 25/12/2009 alle 23:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Acido massimo
post pubblicato in Diario, il 13 ottobre 2009


"Il miglio modo per diventare milionario è iniziare da miliardario e comprarsi una compagnia aerea". Come saranno stati convinti quei patrioti che hanno acquistato Alitalia?



permalink | inviato da Faffo il 13/10/2009 alle 17:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Cinque mesi dietro le sbarre, reality-show (e denaro) assicurato.
post pubblicato in Diario, il 15 settembre 2009


Complimenti! Ecco in bella mostra "lo spirito" di questo tempo, il culmine dell'ideologia berlusconista incarnata e riprodotta dalle sue tv: il reato è condonato, l'etica e la morale violentate, la verità occultata, il carnefice, il truffatore, il menzogniero sono riabilitati.
Matteo Cambi, il creatore del marchio Guru, cocainomane, arrestato per bancarotta fraudolenta e cinque mesi spesi tra carcere e comunità di recupero, parteciperà come protagonista ad un reality show sulle reti Mediaset. 
Prenderà denaro. Molto denaro. La riabilitazione è compiuta, la colpa espiata. Lo spettacolo comunque garantito: the show must go on! Fugga chi può da questo Paese ingiusto e sprezzante dell'equità e della giustizia.
Laurearsi è inutile. Lo insegna l'esperienza, non la Tv.
post pubblicato in Diario, il 12 settembre 2009


Se in Italia il laureato non ha futuro è colpa della televisione? Mi sembra una lettera superficiale di un problema serio e delicato che riguarda migliaia di giovani le cui speranze iniziali sono state barbaramente frustrate da una realtà cruda e ingiusta. La colpa non è della tv, che pure ci mette del suo, e vorrei dirlo in questo post con cognizione di causa.
continua
Sfoglia ottobre       
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv